Murlo (SI) – Gara di chiusura del Bagnaia Jumping Show, il Gran Premio La Nazione by Intesa Sanpaolo ha costituito un momento di grande equitazione nel contesto di una manifestazione che anche quest’anno ha convinto tanto il grande pubblico quanto gli addetti ai lavori. Nella formula classica delle due manche, il Gp ha visto l’adesione di 53 binomi.

Nel primo giro, sui tracciati predisposti dallo chef de piste Elio Travagliati, i percorsi netti sono stati sei per un accesso alla seconda manche di 14 binomi. Tra questi, solo tre i doppi netti, messi a segno da Emilio Bicocchi, Roberto Consumati e Clementina Grossi. Su tutti il più veloce è stato però Bicocchi, già Campione italiano nel 2009 e primo in analogo Gran Premio nel 2015 proprio su questo stesso campo gara, che ha fermato il cronometro a 44.84. Consumati ha chiuso la seconda manche in 45.17 mentre Clementina Grossi è stata la quota rosa in 45.43.

«Questo è decisamente il  mio campo – ha dichiarato Emilio Bicocchi - e vincere è sempre bello. Qua, ancora di più».

 

L’assegnazione della magnifica Volkswagen T-Cross, legata ai punti raccolti nella categoria 5, premio Comet di venerdì, e nel Gp La Nazione by Intesa Sanpaolo, ha premiato il senese Giovanni Consorti che ha lasciato il campo a bordo del brillante urban SUV del prestigioso brand tedesco.

Ancora a Giovanni Consorti il premio d’onore signora Marisa Monti Riffeser, assegnatogli quale miglior cavaliere del concorso.

Comment