220 atleti per un totale di circa 300 cavalli e sette nazioni. Questi i dati che arrivano dalla segreteria del Bagnaia Jumping Show 2019 a conferma - se mai ce ne fosse stato bisogno - che il concorso del 13-15 settembre del bel Borgo La Bagnaia di Murlo (Siena) continua a piacere e a raccogliere il numero ideale di partecipanti per un evento sportivo di grande livello.

A fare gli onori di casa il dinamico comitato organizzatore capitanato da Sara Riffeser Monti che anche per l’edizione 2019 si pone come obiettivo la massima piacevolezza e vivibilità del concorso.

Concorso che, lista delle iscrizioni alla mano, ha il piacevole gusto di un ‘affare di famiglia’…

Tanti infatti i nomi che, a diverso titolo, riconducono a famiglie equestri di altissima levatura.

Come i Bologni Filippo e Arnaldo, Melissa Ambrosetti, Alice Bertoli, Giampietro Campagnaro, Giacomo Casadei, Francesca e Federico Ciriesi, Roberto Cristofoletti, i Franchi Alessandra e Guido, Martini di Cigala Filippo e Ludovico, gli Orlandi Alessandro e Matteo, i Pitzianti solo per citarne alcuni.

Tra gli atleti italiani spiccano poi gli habitué di sempre, capeggiati dal plurivincitore Bicocchi e Giulia Levi, vincitrice del Gp La Nazione dell’anno scorso, senza scordare Gianluca Apolloni, vincitore della wildcard collegata al GP Memorial Quondam di Narni.

Le categorie, suddivise nelle due formule internazionali a una e due stelle, prenderanno l’avvio venerdì per concludersi con la disputa dell’atteso Gran Premio La Nazione, appuntamento tradizionale della domenica.

Per quanto riguarda i concorrenti del concorso ippico, nello csi 2*, appuntamento con l’ambitissima vettura, del valore di oltre 30mila euro, che verrà assegnata al miglior cavaliere

In base a un sistema di punti e cefficienti che terranno in considerazione la gara a tempo di venerdì (categoria n. 5) e il GP La Nazione di domenica.

Rimanendo sul dettaglio sportivo, per l’edizione di Bagnaia Jumping Show 2019, si registrano al via binomi provenienti da Austria, Irlanda, Germania, Giappone, Spagna, Svezia e Stati Uniti. A dare loro battaglia, un nutritissimo squadrone di cavalieri italiani che, proprio in questo concorso, trovano un’occasione più unica che rara per misurarsi in una competizione internazionale di ottimo livello senza l’onere di trasferte sempre impegnative.

A scandire il livello tecnico delle competizioni saranno anche quest’anno i percorsi di Elio Travagliati, chef de piste che disegnerà i tracciati di gara sul bellissimo campo in erba di Bagnaia. «I percorsi saranno, come tradizione qui a Bagnaia, adeguati al livello dei numerosi cavalieri italiani e stranieri che vi prenderanno parte affinché lo sport abbia sempre il ruolo principale in campo» ha dichiarato Travagliati alla vigilia dell’evento

Le gare si svolgeranno nelle giornate di venerdì, sabato e domenica (13-15 settembre).

L’ingresso è libero e il pubblico sempre benvenuto

Info: http://www.labagnaiajumping.com

Comment